Isolabella della Croce

Isolabella della Croce
Da generazioni, la famiglia Isolabella della Croce è legata strettamente a Loazzolo, piccola perla incastonata tra le colline dell’Alta Langa Astigiana, ad oltre 500 mt di altitudine. Loazzolo, riconosciuta nel 1992 tra le più piccole DOC italiane, offre un terroir caratteristico e ideale alla coltivazione della vite e alla produzione di vini d’eccellenza, che i produttori, tra cui spicca Isolabella della Croce, si impegnano con passione e forza a proteggerlo e a mantenerlo nel rispetto dell’ambiente e della tradizione. Il Loazzolo è un vino unico, dolce, esclusivamente prodotto da uve Moscato appassite, coltivate solamente nel comune di Loazzolo, solo caso in Italia. La sua produzione deve rispettare esclusivamente le caratteristiche del territorio: vigneti situati su pendii e dossi soleggiati su terreno a struttura calcarea marnosa; la pendenza collinare dev’essere almeno del 20% per favorire l’insolazione; vitigno moscato al 100%. Regole precise rispettate con rigore. Ma il Loazzolo non è l’unico vino di vanto della casa Isolabella della Croce. Mantenendo gli stessi standard e le stesse regole riguardo al terroir, sono state fatte sperimentazioni, che hanno raggiunto un pieno successo, impiantando vitigni di Pinot Nero, dando origine al rinomato ed apprezzato Bricco del Falco, unico nel suo genere, esprimendo appieno le caratteristiche del territorio di Loazzolo.
Isolabella della Croce
  • Regione: Piemonte (Italia)
  • Vini principali Bricco del Falco, Barbera d’Asti, Moscato d’Asti
  • Anno di fondazione 1992
  • Ettari vitati 14
  • Uve di proprietà 100%
  • Produzione annua 22.000 bt
  • Sede Loazzolo (AT)
Naviga per
Opzioni di acquisto

1 elemento

per pagina
Imposta la direzione decrescente

1 elemento

per pagina
Imposta la direzione decrescente
#isolabelladellacrocevini #isolabelladellacroce #isolabelladellacrocewines