Tenuta San Guido Sassicaia Bolgheri Doc 2015

Tenuta San Guido Sassicaia Bolgheri Doc 2015

OcchioRosso rubino intenso e concentrato
Naso Al naso spiccano eleganza e morbidezza, composto da un bouquet di frutti rossi dolci e maturi (mirtilli, ribes, cassis) ed erbe mediterranee come alloro, ginepro e mirto
BoccaPotente e concentrato, insistendo sui frutti rossi maturi e aggiungendo altri aromi di cioccolato, vaniglia, chinino e felce, in un connubio che dona all'insieme una piacevole freschezza vegetale
Temp. di Servizio18°
AbbinamentiAntipasti, primi piatti, cinghiale e carni rosse
Disponibile
SKU
EDI00727
365,00 €
Maggiori Informazioni
Produttore
Tenuta San Guido 4922
Maggiori Informazioni
Maggiori Informazioni
Tipologia Rossi
Denominazione N/D
Vitigno Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc
Percentuale dei vitigni N/D
Regione Toscana (IT)
Luogo di Produzione N/D
Grado alcolico 14.8%
Formato 0,75 L Standard
Biologico No
Biodinamico N/D
Anno di produzione 2015
Awards (premi) N/D
Dettagli

Negli anni venti, studente a Pisa, Mario Incisa della Rocchetta sognava di creare un vino di razza. Il suo ideale, come per l'aristocrazia dell'epoca, era il Bordeaux.

Nessuno aveva mai pensato di fare un vino "bordolese" in Maremma, una zona sconosciuta sotto il punto di vista vinicolo. La decisione di piantare questa varietà nella Tenuta San Guido fu in parte dovuta alla somiglianza che egli aveva notato tra questa zona della Toscana e Graves, a Bordeaux. Graves vuole dire ghiaia, per il terreno sassoso che distingue la zona, proprio come Sassicaia, in Toscana, denomina una zona con le stesse caratteristiche.

Dal 1948 al 1967, il Sassicaia rimase dominio strettamente privato, e fu bevuto solo nella Tenuta. Ogni anno, poche casse venivano messe a invecchiare nella cantina di Castiglioncello.

Il marchese ben presto si rese conto che invecchiando il vino migliorava considerabilmente. Come spesso accade con i vini di grande levatura, quelli che prima erano considerati difetti, col tempo si trasformarono in virtù.

Ora amici e parenti incitavano Mario Incisa ad approfondire i suoi esperimenti e perfezionare il suo stile di vinificazione rivoluzionario per quella zona.

L'annata del 1968 fu la prima ad essere messa sul mercato, con un'accoglienza degna di un Premier Cru Bordolese.

Negli anni seguenti la cantina venne trasferita in locali a temperatura controllata, tini d'acciaio rimpiazzarono i tini di legno per la fermentazione, e le barriques francesi vennero introdotte per l'invecchiamento.

#tenutasanguido #tenutasanguidovini #tenutasanguidowines
Recensioni
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Tenuta San Guido Sassicaia Bolgheri Doc 2015
Il tuo voto