Viaggi tra le vigne

Le Langhe e il Barolo 

Il Barolo di Bartolo Mascarello racconta le Langhe sotto il segno della tradizione più autentica, con questa cantina storica fondata da Bartolo e oggi guidata dalla figlia Maria Teresa.

Simbolo di questa terra, il metodo prevede lunghe macerazioni e lenta maturazione in botti di rovere.

Un vino di grande freschezza, armonia e fragranza aromatica.

La Valpolicella e l'Amarone

L'Amarone di Giuseppe Quintarelli rappresenta un mito per l'enologia italiana.

Un classico capace di coniugare storia e artigianato, che sosta per molti anni in rovere e poi in bottiglia, prima di arrivare alla vendita.

Intense note di confettura, unite a polvere di caffè, spezie ed erbe officinali lo contraddistinguono. Morbido e avvolgente, di grande stile.

Bolgheri e i Super Tuscans

Ornellaia di Tenuta dell'Ornellaia è un grande vino di respiro internazionale, conosciuto in tutto il mondo.

La cantina, oggi di proprietà di Frescobaldi, è sorta negli anni Ottanta e da allora ha conosciuto un'ascesa inarrestabile.

Un vino entusiasmate, armonico, potente.

Montalcino e il Brunello 

Il Brunello di Montalcino Caprili deriva da varie particelle dislocate nella parte sudoccidentale del comune di Montalcino.

La fermentazione è spontanea e ha una durata di circa tre settimane. Segue la maturazione per trentasei mesi in botti grandi di rovere di Slavonia e per quattro mesi in bottiglia.

Un vino intenso, elegante e longevo.

La Borgogna e il Pinot Nero 

Il Domaine Armand Rousseau è stato creato all'inizio del XX secolo quando Armand Rousseau piantò nel comune di Grevey Chambertin un vigneto, acquistando successivamente parcelle sempre più prestigiose.IL suolo è per lo più calcareo e dona al vino una complessità e finezza straordinarie. Nobiltà del Pinot Nero.